Se vuoi che il tuo reggiseno duri a lungo dovrai seguire delle semplici regole:

  • non indossare tutti i giorni lo stesso reggiseno. Il reggiseno è realizzato prevalentemente da tessuti elasticizzati. Questi tessuti a contatto con il calore del corpo tendono a “dilatarsi” ed indossandolo tutti i giorni si impedisce alle fibre di riposare e la durata del tuo reggiseno sarà inferiore. Quindi, per preservare il più a lungo possibile il reggiseno, è meglio farlo riposare un giorno nel cassetto prima di indossarlo nuovamente. Questa pausa di un giorno permettere alle fibre elastiche di recuperare la posizione originaria.
  • quante volte lavare il reggiseno. Il reggiseno, a meno che non sia quello sportivo, si può lavare dopo averlo indossato 2-3 volte.
  • il reggiseno va lavato rigorosamente a mano, in acqua fredda e con detersivo per delicati. Il reggiseno, essendo realizzato da tessuti elastici e molto delicati, è consigliato lavarlo a mano in acqua fredda. L’acqua fredda è fondamentale per evitare alle fibre di perdere la propria elasticità.
  • quanto tempo lasciare il reggiseno in ammollo.  Evitare di lasciare il reggiseno a contatto con l’acqua troppo a lungo. Meno di 10 minuti sono sufficienti per togliere il sudore e le impurità della pelle dal nostro intimo, considerato che viene lavato con una certa frequenza.
  • sciacquare il reggiseno con acqua fredda. Non utilizzare acqua calda per sciacquare il reggiseno e non sfregare in maniera troppo energica le parti in pizzo.
  • non strizzare il reggiseno. Evitare di strizzare il reggiseno, soprattutto quello con le coppe modellate, perché si potrebbero danneggiare se non addirittura deformare.
  • come far asciugare il reggiseno. Dopo aver sciacquato il reggiseno, stendilo in un luogo lontano da fonti di calore. Quindi, d’estate evita zone assolate (modifica i colori ed ingiallisce il bianco) e d’inverno evita l’utilizzo di termosifone, stufa e asciugatrice: il calore eccessivo rovina in maniera irreversibile le fibre elastiche. Se appendi il reggiseno alla doccia, utilizza entrambe le spalline per evitare che le coppe modellate si deformino. Per i reggiseni in pizzo puoi asciugarli stesi su un asciugamano.
  • non utilizzare candeggina. La maggior parte dei reggiseni è realizzata in tessuti che a contatto con la candeggina, soprattutto se chiari, tendono ad ingiallirsi.
  • vietato l’uso di ammorbidente. L’uso di ammorbidente danneggia le fibre di “elastane” del reggiseno.

Sembrano tante le cose da ricordare, ma se le inserisci tra le tue abitudini vedrai che i tuoi reggiseni dureranno molto di più!